Colture permanenti e campi coltivati

Oltre all’allevamento del bestiame, la produzione agricola a scopo alimentare dell’Alto Adige si basa sui campi coltivati, frutteti e vigneti. La frutticoltura e la viticoltura caratterizzano i fondovalle e i versanti poco acclivi delle valli dell’Adige e dell’Isarco. Nelle fasce più elevate, invece, si coltivano più comunemente ortaggi e cereali.
Queste forme di coltivazione creano specifiche tipologie di habitat dal caratteristico spettro di specie animali e vegetali che vi abitano. Negli ultimi cinquant’anni abbiamo assistito ad ampi cambiamenti nelle modalità di gestione da parte dell’uomo rispetto le pratiche agricole. Di conseguenza, la conoscenza dell’attuale flora e fauna presente in questi habitat è generalmente scarsa.
Allo stesso tempo, le colture perenni sono spesso oggetto di discussioni intense riguardo la sostenibilità ecologica.
Nel Monitoraggio della Biodiversità Alto Adige abbiamo incluso un’ampia gamma di siti di meleti, vigneti e campi coltivati.

Menu