Coleotteri, cimici e altri gruppi di insetti

Scheda informativa: I coleotteri rappresentano il più grande gruppo di insetti sulla terra. Infatti, il 40% di tutti gli insetti e il 25% di tutte le specie conosciute sulla terra sono coleotteri. La variabilità ecologica del gruppo, anche in Alto Adige, è enorme. In totale nella nostra regione troviamo quasi 5.000 specie di coleotteri. Per il monitoraggio della biodiversità ci concentriamo sui coleotteri carabidi e sui coleotteri stafilinidi, che vivono entrambi principalmente sulla superficie del suolo.
Cimici e cicaline si nutrono attraverso uno stiletto dal quale estraggono la linfa delle piante. Più raramente alcune specie si nutrono anche di altri animali. Data la loro ricchezza e abbondanza di specie e di adattamenti su piante specifiche, le cimici e le cicaline sono note per essere eccellenti bioindicatori per tutti i tipi di praterie in Europa. Per l’Alto Adige sono state finora registrate quasi 600 specie di cimici e circa 250 specie di cicaline. Quindi, data l’elevata diversità e l’elevato numero di campioni, nel nostro progetto questi taxa vengono studiati unicamente per specifiche domande di ricerca nell’ambito del monitoraggio standard.

Metodi: Utilizziamo la tecnica del retino da sfalcio per campionare gli invertebrati nei prati e nel sottobosco applicando un protocollo standardizzato. In ambiente forestale, al fine di campionare gli insetti che vivono sulle chiome, utilizziamo il metodo della battitura (frappage) seguendo un protocollo standardizzato. Per il monitoraggio standard ci concentriamo di rilevare dati solo per i gruppi citati anche se oltre ai coleotteri, cimici e cicaline, molti altri gruppi di insetti vengono rilevati.

Dictyoptera aurora è un abitante delle foreste e dei margini dei boschi

Con il retino da sfalcio possiamo raccogliere gli invertebrati nei prati e nel sottobosco della foresta

Agapanthia villosoviridescens nei pressi di Colle Isarco

La cimice Spilostethus saxatilis si nutre di varie specie erbacee, Nova Ponente

Menu